10 settembre 2005

EMOZIONI SENZA FIATO




Esistono sport che hanno una ricchezza insostituibile, una caratteristica unica che li rende "nobili".
Sport come l'arrampicata, lo scialpinismo, il paracadutismo......l'apnea.
Sport che vengono praticati immersi nella natura e che regalano a chi li pratica delle sensazioni uniche che vanno al di là del puro piacere del movimento fisico, della soddisfazione della prestazione, dell'approccio tecnico.
Sport in cui ogni particolare viene vissuto con estrema intensità proprio perchè quell'elemento insostituibile che è la natura fa da cassa di risonanza nel nostro animo.

Per godere del mondo sommerso , non bisogna essere campioni, non serve scendere a profondità impegnative per sentirsi tutt'uno con ciò che ci circonda.
Basta poco, un ultimo lungo respiro e poi giù verso il fondo senza sentire più lo scroscio delle onde, solo noi, noi ed il mare.
Quei pichi secondi, di cui godiamo di un mondo che non è nostro, si dilatano in senzazioni che rendono tutto più intenso.
Quando poi torniamo in superficie, il primo respiro ci riempie i polmoni, il cuore, l'animo di una senzazione intima profonda, che ci porta tornare la sotto una, due, dieci, mille volte .
E' la natura che ci permette di fissare ogni attimo come momenti indelebili nella nostra memoria, una natura che va rispettata, temuta e mai affrontata con superiorità, come sulla parete, così sott'acqua.
il Jump Blue, e l'Apnea dinamica sono le due specialità della disciplina.

Apnea dinamica si svolge in piscina e consiste nel percorrere il maggior numero di metri in apnea.
L'atleta nuota con la monopinna ed è sottoposto ad uno sforzo fisico per circa 2 min. e mezzo.

Il Jump Blue si svolge in mare in un campo gara a forma di cubo di 15 metri di lato costruito con dei cavi : 4 cavi verticali fissati da delle boe in superficie, e quattro cavi che formano il quadrato di base. L'atleta si immerge fino ai 15 metri e deve poi percorrere il maggior numero di metri lungo il quadrato posto sul fondo ed infine pinzare il cavo prima di risalire per poter permettere ai giudici una esatta misurazione della distanza raggiunta.

1 commento:

Prillo ha detto...

bravo natalè...l'armonia con la natura è fondamentale!